Segreteria
SCUOLA DI MUSICA E SPETTACOLO FADIESIS
Via Rive Fontane, 34 – 33170, Pordenone (PN) 

Tel. 0434 43693
segreteria@fadiesis.org

ORARI DI APERTURA:
dal lunedì al venerdì 9-12

Direzione Didattica: Stefania Fassetta
Direzione Artistica: Claudia Contin Arlecchino e Gianni Fassetta
Coordinamento Territoriale: Igor Alzetta

Sede operativa: 
Montereale Valcellina, nell’ex Latteria di Malnisio,
in via Alessandro Manzoni, 15

A chi è rivolta l’iniziativa:
Si tratta di un progetto di formazione che coinvolge artisti, operatori socio-culturali, organizzatori e appassionati dai 16 ai 90 anni.
È anche un progetto di formazione del pubblico che coinvolge tutte le età e le generazioni, in uno spirito di rivitalizzazione dell’immaginario collettivo.


Un progetto di rete per valorizzare il territorio della Valcellina
L’estate 2022 ha portato una novità nella Associazione Fadiesis: al suo interno è nata la Scuola di Musica e Spettacolo, che si avvale della stretta collaborazione di due tra le più importanti realtà del Pordenonese in questo ambito: il Laboratorio Porto Arlecchino e la Cooperativa Ortoteatro. Un progetto di rete per ampliare l’offerta formativa e artistica, mantenendo alti standard di qualità, grazie all’apporto di professionisti del settore. Operando insieme è così possibile proporre iniziative di largo respiro che contribuiscano a rivitalizzare il territorio, attraverso la cultura e la formazione.

Accogliendo questo spirito e all’interno dei “Contenitori Culturali”, il Comune di Montereale Valcellina, sostenuto dalla Regione Venezia Giulia, ha lanciato il Progetto Pilota “Tra Laico e Profano 2022”: un Festival-Workshop internazionale che mira a sviluppare le potenzialità comunicative e attrattive del grande complesso della Ex Centrale di Malnisio e, di conseguenza, di tutto l’indotto del magnifico territorio della Valcellina. Una delle aspirazioni del Progetto è gettare le basi per una cultura teatrale locale sempre più solida e diffusa. L’evento di apertura venerdì 19 agosto 2022 nella Piazzetta di Palazzo Toffoli a Montereale Valcellina, con lo spettacolo didattico “Gli abitanti di Arlecchinia”, costituirà la parte di formazione del pubblico sui segreti dell’arte dell’attore. Cuore del Progetto sarà l’iniziativa di formazione “Tra Commedia e Tragedia dell’Arte”: un laboratorio teatrale intensivo e residenziale, aperto agli allievi dall’Italia e dall’estero, dal 19 al 28 agosto 2022. L’obiettivo è formare nuove competenze specializzate sul territorio, negli ambiti del teatro, della danza, del canto, della musica e della didattica artistica per i giovani.


Storia di Fadiesis nel campo dello spettacolo multidisciplinare
Da molti anni l’Associazione Fadiesis è presente sul territorio con iniziative che sconfinano dalla musica pura, intersecando altre esperienze artistiche: dalla poesia alla prosa, alle letture di carattere storico.

In questi ambiti Fadiesis ha anche ideato e realizzato progetti, come La grande onda e Friulimes, supportati dalla Regione Friuli Venezia Giulia, che mettono in scena l’incontro tra le note, le immagini e le parole: una formula coniata col nome “concerto-racconto-immagine” ed accolta con grande consenso di pubblico. Non solo, Fadiesis è consolidata parte attiva in manifestazioni culturali come il Premio Letterario Nazionale Giuseppe Malattia della Vallata o Voci di Luoghi. Opera stabilmente con realtà quali Aladura e il Circolo Culturale Menocchio. Ha stabilito, soprattutto, solide collaborazioni con compagnie teatrali, associazioni e cooperative operanti nell’ambito della prosa, in un costante dialogo creativo con registi ed attori. 

La possibilità di essere in continua comunicazione con professionisti di elevato profilo appartenenti a questo “mondo parallelo e complementare”, ha portato all’idea di creare una Scuola di Musica e Spettacolo, in cui coinvolgere questi partner, mettendo a disposizione, per laboratori di formazione teatrale, i propri spazi nella Ex Latteria di Malnisio. 

L’occasione per dare concretamente vita a questa nuova realtà è maturata con il Progetto Pilota “Tra Laico e Profano 2022”: un Festival-Workshop internazionale, all’interno dei “Contenitori Culturali” promossi dal Comune di Montereale Valcellina, sostenuto dalla Regione Venezia Giulia. Una delle aspirazioni del Progetto è gettare le basi per una cultura teatrale locale sempre più solida e diffusa. L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con il Laboratorio Porto Arlecchino, la Cooperativa Ortoteatro, lo studio professionale Eupolis, il Circolo Culturale Menocchio, e avrà  luogo dal 19 al 28 agosto 2022. Un inizio promettente per la Scuola di Musica e Spettacolo Fadiesis, che apre nuove prospettive nello spirito di apertura culturale promosso dall’Associazione.

Docenti:

Allieva del M° Giorgio Lovato, si è diplomata col massimo dei voti sotto la guida dei M.i Andrea Carcano e Felicita Russo Perez al Conservatorio Jacopo Tomadini di Udine e ha successivamente conseguito il biennio specialistico in Alta Formazione Artistica e Musicale ad indirizzo Concertistico – Interpretativo con il massimo dei voti sotto la guida dei M.i Giovanni Baffero e Maria Grazia Cabai. 
Ha seguito le Masterclass tenute dai M.i Riccardo Risaliti, Daniel Rivera, Bruno Canino. 
Nel 1998 si è classificata prima assoluta al Concorso di Castiglione delle Stiviere (Mn).
Ha partecipato nel 2000, 2001, 2002 ai Seminari di Pianoforte nell’ambito dell’Estate Musicale a Portogruaro (Ve). Nel 2003 e nel 2004 ha partecipato al Laboratorio Musicale presso l’Arena International a Pola (Croazia). Nel 2006 e nel 2007 ha partecipato al Corso Internazionale di Interpretazione Cameristica “Dal Barocco al Contemporaneo” presso Farra d’Isonzo (Go).
Nell’anno accademico 2006/2007 ha vinto il bando di concorso come pianista accompagnatrice presso il Conservatorio Jacopo Tomadini di Udine. È stata pianista accompagnatrice alle selezioni a Pordenone, tenute dal M° Beniamino Prior, per l’allestimento di alcune opere liriche.
Nel 2009 è stata selezionata come allievo effettivo per partecipare alla Masterclass internazionale tenuta dal Maestro Aldo Ciccolini a Riva del Garda nell’ambito del MusicRivaFestival.
Nel 2010 ha partecipato alla IX edizione di Pinè Musica, in collaborazione con l’Accademia Pianistica “Incontri col Maestro” di Imola, seguendo le Masterclass tenute dai M.i Boris Petrushansky e Riccardo Risaliti. Nel 2011 ha seguito la Masterclass tenuta dal Maestro Riccardo Risaliti nell’ambito del “Festival delle Nazioni” a Città di Castello (Perugia). Nel 2013/2014 ha seguito i corsi di alto Perfezionamento per la musica da camera con il Trio di Parma alla Fondazione Musicale Santa Cecilia e con il Maestro Konstantin Bogino all’Accademia Santa Cecilia di Bergamo.  
Nel 2014 è risultata vincitrice di una borsa di studio Leonardo da Vinci nell’ambito del progetto di mobilità transnazionale Working with music 4”, promosso dal Conservatorio L.Refice di Frosinone e dal Conservatorio G.Tartini di Trieste, che le ha permesso di lavorare in qualità di pianista accompagnatrice presso il Conservatoire à Rayonnement Régional de Lille in Francia. Nel 2016 con il Maestro Eddi De Nadai è stata maestro collaboratore  per l’allestimento dell’opera The Little Sweep di Britten messa in scena a Pordenone e a Trieste in collaborazione con il Teatro Verdi di Trieste.
Svolge attività concertistica anche in varie formazioni cameristiche ed è titolare della classe di pianoforte alla Scuola statale I.C. S.Michele al Tagliamento.

Foto di P. Grasso

Inizia lo studio della fisarmonica all’età di sei anni con il maestro Elio Boschello di Venezia, distinguendosi giovanissimo per spontaneità tecnica, facilità interpretativa e fervida musicalità. Ha seguito i corsi di perfezionamento con i maestri F. Lips e W. Zubintskj. Classificatosi al primo posto in quindici concorsi nazionali e internazionali, ha partecipato a registrazioni Rai Tv, reti regionali e straniere. Partecipa nel 1983, a Roma, al Convegno-Esecuzione alla presenza del Ministro della pubblica istruzione F. Falcucci e di 14 direttori di Conservatori per l’inserimento della fisarmonica nei Conservatori di Musica di Stato in Italia. Svolge intensa attività concertistica in Italia (Sala Nervi in Vaticano alla presenza del Papa Giovanni Paolo II, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Villa Rufolo al Ravello Festival, Giardini Reali a Torino, Teatro Eden a Napoli, Teatro Petruzzelli a Bari, Auditorium Parco della Musica a Roma, Teatreo Goldoni a Venezia) e all’estero (Argentina, Austria, Canada, Francia, Germania, Giappone, Pakistan, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera e Ungheria). Da sottolineare la tournée in Argentina dove si è esibito anche al Teatro Colòn di Buenos Aires in presenza di Laura Escalada Piazzolla; quest’ultima, concorde con la critica, lo ha collocato tra i migliori interpreti di Astor Piazzolla. Nel 2000 con il Piazzollandotrio ha vinto il Concorso Internazionale Amadeus. Nel 1999 è uscito il cd “Evocazioni” con musiche proprie su testi del poeta Giuseppe Malattia della Vallata (Premio Letterario Internazionale), nel 2002 il cd “Reflejo”, opera monografica sulla produzione di Astor Piazzolla e nel 2018 “Mosaico” per fisarmonica sola. Ha partecipato alla realizzazione della colonna sonora del film “Vajont” di Renzo Martinelli, componendo due brani per fisarmonica e quartetto d’archi, editi dalla casa discografica Sugar Music di Milano. Dal 2009 collabora con il Premio Oscar Nicola Piovani. Nel 2018 è interprete solista della musica composta da Remo Anzovino per le colonne sonore dei film Van Gogh tra il grano e il cielo e Il ladro di cardellini (in concorso ai David di Donatello). Suona con artisti di fama internazionale in varie formazioni. Particolare interesse suscita il Kaleiduo con il flautista Yuri Ciccarese. La sua originalità ha destato la curiosità in numerosi Festival in Italia e all’estero con larghi consensi di pubblico e critica. I compositori D.Zanettovich, F.Festa, S.Nanni, P.Pessina, M.Pagotto, C.Chiacchiaretta, R.Anzovino, G.Susana, V.Poles, V.Zocatelli, hanno scritto per lui. Dal 2011 è anche impegnato come direttore artistico del Fadiesis Accordion Festival (Festival Internazionale Fisarmonicistico).

Claudia Contin Arlecchino è il nome anagrafico ufficiale dell’attrice italiana, regista, scenografa, artista figurativa e insegnate di teatro, scrittrice di saggi e autrice di testi teatrali pubblicati in diverse lingue. È nota nel mondo come prima donna che ha reinterpretato il carattere maschile della figura di Arlecchino con continuità sin dal 1987, divenendo rappresentante ufficiale nel mondo di uno dei più intriganti personaggi della Commedia dell’Arte. Quest’artista poliedrica è anche l’unica in Europa a costruire da sé tutte le proprie Maschere, come avviene ancora solo in Oriente. Esperta di Antropologia Teatrale applicata alla Commedia dell’Arte italiana e alle sue connessioni e comparazioni con le altre culture dal mondo, si occupa anche di Teatro Sociale, nell’ambito delle disabilità, dei disagi sociali e delle differenze etniche. A lei si devono le intuizioni e le sperimentazioni che sono alla base di una delle più moderne e innovative ricostruzioni della Commedia dell’Arte, anche per quanto riguarda la ridefinizione di tutti i principali Caratteri e Maschere. Claudia Contin Arlecchino è ideatrice e curatrice della nuova tecnica per il Teatro Contemporaneo denominata Tragedia dell’Arte, ispirata all’arte contemporanea di Egon Schiele.
Dal 1990 al 2016 è stata co-fondatrice e direttore didattico della Scuola Sperimentale dell’Attore. Dal 1997 al 2018 ha co-diretto il festival internazionale “L’Arlecchino Errante”. La carriera di Claudia Contin Arlecchino si è sviluppata in particolare attraverso numerosi viaggi studio in tutto il mondo, abbinati alle sue tournée professionali. Durante i suoi viaggi in India, Indonesia, Cina, Africa, Sud-America, Russia, Europa ha avuto modo di incontrare molti tra i grandi Maestri del teatro, della danza e delle arti marziali. Grazie alla sua preparazione ed esperienza pluriennale, gode di una notorietà internazionale ormai consolidata, dall’Europa alla Russia, dal Mediterraneo all’Africa, dall’estremo Oriente al Sud America, soprattutto per il rigore antropologico delle sue ricerche sul comportamento in situazioni di “rappresentazione” (nel campo del teatro, della danza, della voce e del canto) che ne fanno un “Maestro” richiesto in Italia e all’estero sia per l’addestramento di professionisti che per la formazione culturale degli spettatori.
A partire dal 2007 Claudia Contin Arlecchino ha eletto la sua residenza come Casa-Laboratorio d’Arte a Pordenone, con il nome di “Porto Arlecchino”, dove realizza le sue opere figurative e letterarie e segue la formazione avanzata dei suoi allievi. A Porto Arlecchino hanno sede anche gli atelier artigianali di costruzione di maschere professionali per il teatro. Dal 2012 Claudia Contin Arlecchino, collabora stabilmente con il grafico, fotografo e musicista Luca Fantinutti per tutte le documentazioni e le ricerche di Porto Arlecchino. Luca Fantinutti è il responsabile grafico e multimediale, direttore didattico degli atelier artigianali e artistici, si occupa del controllo qualità delle pubblicazioni di libri e materiali informativi, del montaggio e post-produzione dei nuovi documentari, delle nuove colonne sonore di video e spettacoli, ed è il web-designer del sito ufficiale. Dal 2015 tutti gli spettacoli e i progetti didattici di Claudia Contin Arlecchino sono prodotti e distribuiti dalla cooperativa Ortoteatro di Pordenone.

Luca Fantinutti è nato a Losanna in Svizzera il 26/06/1963. Diplomatosi Maestro d’Arte nel 1981 presso Istituto Statale d’Arte G. Sello di Udine in Grafica e Fotografia, è grafico e operatore di prestampa per tipografia, arti grafiche, fotocromia.
Disegnatore e illustratore in diverse tecniche grafiche integrate anche con sistemi di illustrazione digitale, è operatore di computer-grafica, esperto in fotoritocco, fotografo e video-maker per teatro, danza e arti performative in generale.
Musicista, compositore e polistrumentista specializzato in chitarra, è studioso e ricercatore di musica medievale e rinascimentale, esperto di ricerca iconografica per la Commedia dell’Arte.
Dal 2012 è direttore didattico dello studio “Porto Arlecchino”, nonché grafico e responsabile multimediale, compositore delle colonne sonore degli spettacoli di Claudia Contin Arlecchino e collaboratore per i corsi teatrali e per i laboratori di costruzione maschere.
Insegnante di musica e canto per la scena, vocal-coach per il teatro, si occupa di drammaturgia dell’attore-cantore. Fonico di sala e palco, tecnico mixer per spettacoli e direttore di scena: dal 2020 è assunto presso la DOC Servizi per poter fornire service di fonica teatrale, montaggio scenografie e assistenza per illuminotecnica. Ha conseguito gli attestati per la sicurezza, inclusi quelli di Rischio Elettrico, Alto Rischio e Lavoro in Altezza.

Paolo Rossi, classe 1953 nato a Monfalcone, milanese di adozione, oggi nuovamente residente in Friuli Venezia Giulia a Trieste, è un attore, comico, cabarettista, conduttore televisivo, cantautore, drammaturgo e regista di chiara fama, che non ha bisogno di troppe presentazioni, vista la sua carriera di amplissima esperienza.
L’eclettico Paolo Rossi spazia da decenni in tutti i campi dello spettacolo: dai club culturali ai grandi palcoscenici, dal teatro tradizionale al cabaret, dalla televisione al cinema, dalle piazze al tendone da circo.Il suo stile è caratterizzato dall’immergersi appieno nelle tematiche dell’attualità e dalla rappresentazione estremamente personalizzata dei classici antichi e moderni: da Shakespeare a Molière a Bertolt Brecht, all’amatissima Commedia dell’Arte.Molte sono Le collaborazioni di Paolo Rossi con i grandi nomi del Teatro, della Televisione e del Cinema italiani non si contano e sono ormai di pubblico dominio.Paolo Rossi spazia anche nel mondo della musica, come cantante, cantautore, chitarrista e performer in collaborazione con musicisti d’eccellenza e anche con partecipazioni al Festival di Sanremo.Forse, quello che il grande pubblico non conosce a fondo di Paolo Rossi è la sua passione per l’insegnamento e la sua propensione innata per la formazione degli artisti e del pubblico. I suoi laboratori di recitazione sono ambitissimi da attori e musicisti. I suoi spettacoli e incontri interattivi con il pubblico sono momenti di divertita e profonda acculturazione per spettatori di tutte le età.
Per ulteriori informazioni su Paolo Rossi: https://it.wikipedia.org/wiki/Paolo_Rossi_(attore)


Alcuni momenti artistici e didattici di Claudia Contin Arlecchino e di Gianni Fassetta