Gaia Travaini, pianoforte classico


Nata a Pordenone nel 1978, laureata con lode in Lingue, dopo numerose esperienze lavorative internazionali a vari livelli (Ufficio Esteri, Servizi di Relocation, Istituto di Cultura presso l’Ambasciata di Turchia), sta completando il corso di studi per la Laurea Triennale in Pianoforte (III Anno) presso il Conservatorio Jacopo Tomadini di Udine, indirizzando il corso di studi verso l’ ambito pedagogico-didattico.

Dal 1993 al 1998 ha collaborato con il Collegio Don Bosco relativamente alle attività musicali estive, gestendo il laboratorio di canto e chitarra acustica per i ragazzi della Scuola Media.

Già allieva del M° Marotti a Roma, che ha sostituito nell’attività didattica durante le tournée del 2013 (allievi 6-15 anni), del M° Salamon a Pordenone e ora del M° Baffero, ha frequentato/frequenta i seguenti corsi di formazione e approfondimento:

– Masterclass di perfezionamento del M° Daniel Rivera, 2015 Udine;

– Masterclass di didattica per l’infanzia del M° Aigner-Monarth, Università di Vienna, 2016 Udine;

– Corso di Introduzione e Sensibilizzazione alla Musicoterapia, A.R.Te.M., 2016 Udine;

– Seminario internazionale ORFF, luglio 2017 Orff Institute Salisburgo (Mozarteum University);

– Seminario di psicomotricità 0-6 anni, Associazione PraticaMenteMusica, 2017 Udine.

– Secondo anno della Scuola Triennale di Musicoterapia, A.R.Te.M., A.A. 2017-2018 Udine.

Esibitasi in passato in occasioni concertistiche presso Palazzo Mantica a Pordenone e più recentemente al Teatro de’ Servi di Roma, ha partecipato a diversi concorsi fra cui il Premio Clara Schumann 2014 (Massa), aggiudicandosi il 2° posto per la sua categoria.

Ha collaborato con il M° Giannino come pianista accompagnatore per la classe di Arte Scenica presso il Conservatorio di Udine nell’Anno Accademico 2015-2016 e collabora dal 2013 con il Baritono Andrea Cionci in occasione di recital e concerti sulla scena romana.

Attualmente, insegna Pianoforte, Propedeutica, Teoria e solfeggio presso l’Associazione Musicologi di Udine, l’Istituto Fano di Spilimbergo, l’Associazione Fadiesis di Pordenone e l’Associazione Ruffo di Sacile.