Gianni Fassetta

Inizia lo studio della fisarmonica all’età di sei anni con il maestro Elio Boschello di Venezia, distinguendosi giovanissimo per spontaneità tecnica, facilità interpretativa e fervida musicalità. Ha seguito i corsi di perfezionamento con i maestri Friedrikh Lips e Wladimir Zubintskj. Divenuto ben presto un virtuoso della fisarmonica, si è mosso da protagonista nelle tante manifestazioni di ogni genere e livello.

Si è classificato al primo posto in quindici concorsi nazionali e internazionali tra cui citiamo Primo Premio Concorso internazionale di Trieste, primo premio Rassegna Internazionale Recanati, Primo Premio Concorso Internazionale di Alassio, Primo Premio Concorso Internazionale di Stresa, Primo Premio Trofeo Fancelli di Foligno, Primo Premio Trofeo Città di Trieste, Primo Premio Concorso Città di Treviso.

Ha partecipato a importanti trasmissioni televisive e radiofoniche, Rai Tv, Mediaset, reti nazionali, regionali e straniere. Da sottolineare il programma musicale della Rai «Voglia di musica» condotto da Luigi Fait dedicato alla fisarmonica in Conservatorio presso l’Accademia Chigiana di Siena; «Maurizio Costanzo show», «Uno Mattina».

Partecipa nel 1983, a Roma, al Convegno-Esecuzione alla presenza del Ministro della pubblica Istruzione, Franca Falcucci, e di quattordici direttori dei Conservatori di Musica italiani per l’inserimento della fisarmonica nei conservatori di musica di stato.

Svolge intensa attività concertistica in Italia (Sala “Nervi” in Vaticano alla presenza di papa Giovanni Paolo II; Festival dei Due Mondi di Spoleto; Aula Magna Università La Sapienza a Roma; Giardini Reali a Torino; Teatro Goldoni a Venezia; Teatro Eden a Napoli; Auditorium Parco della Musica di Roma; Villa Pamphili di Roma, Villa Rufolo al Ravello Festival; Teatro Petrella di Longiano; Estate Musicale di Villa Manin di Passariano, Udine) e all’estero (Argentina, Austria, Canada, Francia, Germania, Pakistan, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria, Giappone). Da sottolineare la tournée in Argentina nel novembre 2001 dove si è esibito anche al Teatro Colòn di Buenos Aires in presenza di Laura Escalada Piazzolla; quest’ultima, concorde con la critica, lo ha collocato tra i migliori interpreti di Astor Piazzolla.

Ha collaborato e collabora con artisti del calibro del Premio Oscar Nicola Piovani, il compositore americano Marc Shaiman, i registi Renzo Martinelli, Bob Reiner e Claudio Puglisi, il poeta Pierluigi Cappello (premio Montale Europa, premio Viareggio-Rèpaci), lo scrittore Pino Roveredo (premio Campiello 2005), il compositore Daniele Zanettovich, e altri ancora.

È molto attivo anche nel settore della musica cameristica. Suona in duo con prestigiosi musicisti: tra questi il violinista Glauco Bertagnin, il violinista Lucio Degani, i violoncellisti Giuseppe Barutti, Francesco Ferrarini e Luca Simoncini. Con il Piazzollandotrio ha vinto il Concorso Internazionale “Amadeus” 2000 e con il Remo Anzovino Trio ha ottenuto grandi consensi in prestigiosi festivals internazionali (Umbria Jazz Winter, Napoli Jazz Festival, 64^ Mostra del Cinema di Venezia, Abazia di Sesto al Reghena, Feltrinelli di Roma, Auditorium Demetrio Stratos Milano, European Jazz Expo di Cagliari, Teatro Masini di Faenza, Norapolis Festival di Metz (Francia), festival Sete Sois Sete Luas – Lisbona.
Si dedica anche a concerti per fisarmonica solista e orchestra (Orchestra “Insieme Musicale Novecento”, Orchestra “Gianfrancesco Malipiero”, Orchestra «Interpreti Veneziani», Orchestra “La Serenissima”, Orchestra e Coro “S. Marco”, Orchestra del Conservatorio di Venezia “Benedetto Marcello”).

I compositori Daniele Zanettovich, Paolo Pessina, Fabrizio Festa, Mario Pagotto, Remo Anzovino, Giorgio Susana hanno scritto per lui. Collabora con compagnie teatrali, ha musicato poesie di vari artisti.

Nel 1999 è uscito il cd “Evocazioni” con musiche proprie su testi del poeta Giuseppe Malattia della Vallata (Premio Letterario Internazionale) e nel 2002 il cd “Reflejo”, opera monografica sulla produzione di Astor Piazzolla.

Ha partecipato alla realizzazione della colonna sonora del film “Vajont” di Renzo Martinelli, componendo due brani per fisarmonica e quartetto d’archi, ora editi dalla casa discografica Sugar Music di Milano.

Ha tenuto e tiene corsi di perfezionamento per fisarmonica in Italia e all’estero.

È titolare della classe di fisarmonica all’istituto musicale della fondazione S. Cecilia di Portogruaro (Venezia), della Serenissima di Sacile e dell’Accademia Fisarmonicistica Fancelli Polinote di Pordenone. È stato docente presso il Conservatorio Statale di musica “J. Tomadini” di Udine per i corsi triennali e biennali. Docente dei corsi di musica per l’Università della Terza Età di Montereale V. e Maniago (Pn) dall’anno accademico 1995/96.
Ha svolto attività didattica presso il Liceo Scientifico Statale di Maniago, le Scuole Secondarie di Montereale e vari Istituti Comprensivi.

Tiene numerosi convegni e lezioni aperte ed è spesso membro di giurie in vari concorsi internazionali ed internazionali. Tiene e ha tenuto Master in Italia e all’estero.

Ha pubblicato una revisione per fisarmonica delle «Tre danze dal libro di Anna Magdalena» di J.S.Bach e la propria composizione originale per fisarmonica «Scherzo».

Numerosi i suo allievi che hanno superato esami di stato, che hanno vinto concorsi nazionali e internazionali e che stanno ottenendo affermazioni a livello artistico e didattico.

Produzioni e collaborazioni discografiche:
Fisaorchestra “L. Fancelli” (1990); Evocazioni (1999); Vajont (2001); Reflejo (2003); Dispari (2004); Nanook (2006); Tabù (2008); Igloo (2010); L’Alba dei Tram (2015). Per gennaio 2017 è prevista l’uscita dell’ultimo suo cd per fisarmonica solista «Mosaico».

Recensioni:
1980-1990 Associazione giovanile musicale A.GI.MUS. sotto il patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione.
Villotte friulane moderne – Giuseppe Malattia della Vallata.
Associazione Armonia – 50 Anni di gioia.
Nel paese dell’anima dell’aedo della Valcellina – Emilia Mirmina.
Giuseppe Malattia della Vallata 1988 – 2003
Estate Musicale a Portogruaro Festival delle Città 2002
Dai magreis a le vilotes – Periodico 1988
Giuseppe Malattia della Vallata – Saggio critico e antologia
Giuseppe Malattia della Vallata – Tesi di laurea in lingua e letteratura italiana – Università degli studi di Cassino.
Conservatorio di musica – Jacopo Tomadini Udine 1981 – 2006
The indie music magazine – 12 Agosto 2005
Magazine – Corriere della Sera n°47 2008
VIVAVERDI il giornale degli Autori e degli Editori n°5 anno 78
Estate Musicale a Portogruaro 2001
New Age – Music and Wellnes 154
NTWK – Il mensile di attualità musica arte spettacolo Luglio 2004
Dai Le News – Periodico Newsletter Anno XI n°4
Suonare News 2005

Dal 2011 è direttore artistico del Fadiesis Accordion Festival (festival fisarmonicistico internazionale gemellato con Matera, città Capitale della Cultura 2019).